Camera di commercio

Venezia Giulia Trieste Gorizia

Dettaglio Procedimento

Cancellazione per illegittimità o erroneità del protesto di assegno o cambiale

Ultimo Aggiornamento 04/11/2019 11.54:28

Per chi è

Chi ritiene di aver subito protesti per errore (di ufficiali levatori, banche...)

Dove andare

Trieste - piazza della Borsa 14, II piano - stanza 224
Gorizia - via Morelli 37 - Primo piano

A chi rivolgersi

Sportello Protesti
presso la sede di Trieste per i protesti levati nella provincia di Trieste
presso la sede di Gorizia per i protesti levati nella provincia di Gorizia

In quale orario

  • dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.30
  • lunedì e mercoledì anche dalle 14.30 alle 17.00

Recapiti

Trieste:
tel. 040 6701 275-394 - fax 040 6701321
Gorizia:
tel. 0481 384 216
protesti@vg.camcom.it

Informazioni generali

Il Registro Informatico dei Protesti contiene notizia di tutti i protesti levati in ambito nazionale dagli Ufficiali levatori (ufficiali giudiziari e notai) e pubblicati nei 5 anni precedenti.

Nei casi di protesto levato· erroneamenteillegittimamente la persona protestata può chiedere alla Camera di Commercio competente territorialmente (è cioè quella della provincia in cui il protesto è stato levato) la cancellazione dei dati che la riguardano.

Requisiti richiesti

  •  il protesto per il quale si richiede la cancellazione deve essere stato levato nella provincia di Trieste o Gorizia secondo la competenza
  • devono sussistere motivazioni comprovate da idonea documentazione che legittimino la richiesta di cancellazione (provvedimento definitivo dell’Autorità giurisdizionale dimostrante l’illegittimità od erroneità del protesto, dichiarazione dell’Ufficiale levatore o dell’azienda di credito attestante la levata illegittima o erronea del protesto...)

Documenti richiesti

domanda bollata di cancellazione a per illegittimità o erroneità della levata del protesto (vedi modello predisposto nella sezione Documenti scaricabili);

fotocopia del titolo e dell’atto di protesto;

documento d’identità dell’interessato (o fotocopia nel caso dell’invio postale dell’istanza);

attestazione dell’avvenuto versamento dei diritti di segreteria 

documentazione in originale o copia conforme all’originale attestante l’illegittimità o l’erroneità del protesto.

 

Entro quale termine

Quando si manifesta l'interesse e comunque entro 5 anni dalla levata del protesto

Costi

€ 8,00  per ogni effetto di cui si chiede la cancellazione

€ 16,00 per marca da bollo

Tempi massimi di conclusione

20 giorni dalla presentazione dell’istanza per l’adozione della decisione di accoglimento o di rigetto;

5 giorni a partire dalla data di accoglimento per l'esecuzione del provvedimento

Normativa di riferimento

Legge 12.2.1955 n. 77 e successive modifiche e integrazioni (Pubblicazione degli elenchi dei protesti cambiari);

Legge 12.6.1973 n. 349 (Modificazioni alle norme sui protesti delle cambiali e degli assegni bancari);

Legge 15.11.1995 n. 480 (Istituzione del Registro Informatico dei Protesti);

Legge 7.3.1996, n. 108 (Disposizioni in materia di usura – artt. 17 e 18);

D.M. 9.8.2000, n. 316 (Regolamento recante le modalità di attuazione del registro informatico dei protesti

Responsabile del procedimento

Claudio Vincis

Struttura competente

Sportello di Conciliazione e Servizi alle imprese

Per sapere di più

Decreto diritti di segreteria

come si ottiene la visura protesti

 


 

Allegati