Camera di commercio

Venezia Giulia Trieste Gorizia

Dettaglio Procedimento

Tessera per i contributi Regionali sui Carburanti - L.R. 14/2010 - RILASCIO ON-LINE

Ultimo Aggiornamento 14/04/2020 13.08:29

Per chi è

La "Tessera regionale dei servizi", meglio individuata come "identificativo" dalla L.R.14/2010, consente ai residenti in Regione FVG di ottenere un contributo sugli acquisti di carburante.

I residenti nella circoscrizione territoriale della ex provincia di Trieste e Gorizia possono presentare nella modalità on-line le richieste di identificativi (tessere a microchip) per l’acquisto di carburanti regionali, ai sensi della Legge Regionale n.14/2010, SOLO ed esclusivamente nei seguenti casi:

1) Nuovo rilascio per persona che non ha mai richiesto prima la tessera regionale,
2) Rilascio di tessera aggiuntiva a seguito di acquisto di un nuovo veicolo intestato/cointestato a persona che è già in possesso di tessere regionali per mezzi circolanti di cui mantiene la titolarità/contitolarità,
3) Sostituzione di tessere a seguito di smarrimento o furto,

Dove andare

ON-LINE

Il modulo di domanda viene allegato in calce alla presente pagina


A chi rivolgersi

Trieste:
e-mail: carburanti@ariestrieste.it

Gorizia:
e-mail: ufficiozf@zonafrancagorizia.it



In quale orario

Recapiti

Informazioni generali

La prima pagina del modulo (richiesta) deve essere compilata in tutte le sue parti e firmata in calce, assieme alla dichiarazione sostitutiva di certificazione/atto nototorio della pagina successiva. Nel caso di smarrimento, barrare anche il riquadro dell’ultimo paragrafo della dichiarazione sostitutiva, indicando il n° di targa del veicolo per cui era stata rilasciata la tessera smarrita.

Il pagamento dei diritti di segreteria del valore di €21,50 deve essere effettuato con un bonifico intestato a:

per la sede di Trieste:
Camera di Commercio Venezia Giulia
IBAN: IT 58 U 05336 12400 0000 35658882


per la sede di Gorizia:
Azienda Speciale per la Zona Franca di Gorizia
IBAN: IT 82 Z 05336 12400 0000 35366064

Causale: rilascio o sostituzione di tessera per carburante regionale e nominativo del richiedente la tessera se il conto corrente ordinante è intestato a terza persona.

Va eseguita la scansione del modulo di domanda, del documento di identità, del documento di circolazione, del certificato di assicurazione o carta verde, della dichiarazione sostitutiva di certificazione e della ricevuta di prenotazione/effettuazione del bonifico per il pagamento dei diritti di segreteria. Se si tratta di sostituzione per furto, va scansionata anche la denuncia presentata agli organi di polizia.

Tutti i documenti ottenuti dalla scansione devono essere ben leggibili ed avere il formato pdf.

Questi documenti dovranno essere allegati ad un messaggio di posta elettronica ordinaria da spedire alla casella:

per Trieste:
carburanti@ariestrieste.it

per Gorizia:
ufficiozf@zonafrancagorizia.it

Sarà verificata la completezza e la correttezza della documentazione prodotta, effettuando, anche in seguito all’istruttoria, i controlli sulle dichiarazioni sostitutive inviate e le doverose segnalazioni agli organi giudiziari competenti qualora queste si rivelassero mendaci.

Al termine dell’istruttoria della domanda, verrà rilasciata la tessera per l’acquisto del carburante con l’agevolazione regionale e verrà inviata mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento all’indirizzo di residenza indicato nella domanda.

NON si accettano domande on-line quando i titolari di tessere attive devono sostituirle per guasto/danno o vogliono modificarne i dati a seguito di sostituzione del veicolo o a seguito di variazione di residenza: in questi casi, si deve fare richiesta direttamente allo sportello, SOLO SU APPUNTAMENTO, portando in visione l’originale del documento di circolazione e di assicurazione del veicolo, un documento di identità valido e la tessera da modificare oppure guasta/danneggiata.


Costi

diritti di segreteria del valore di € 21,50

Responsabile del procedimento

Trieste: Auletta Francesco - Gorizia: Pierluigi Medeot

Struttura competente

Trieste: Aries scarl - Gorizia: Az. Spec. Zona Franca

Per sapere di più

al 1 novembre 2011 è entrata in vigore la L.R. 14/2010 che prevede nuove modalità di riduzione di prezzo per l’acquisto di carburante per i privati cittadini. Non si parla più di sconto regionale ma bensì di contributo regionale fisso deliberato dalla Regione che potrà essere variato con successivo provvedimento. Il contributo è aumentato di un incentivo di 5 centesimi al litro qualora l'autoveicolo interessato dal rifornimento sia dotato di almeno un motore a emissione zero (elettrico) in abbinamento a quello a propulsione a benzina o gasolio. Se la tessera è stata emessa per il predetto mezzo antecedentemente la data del 1 novembre u.s., l’intestatario interessato ad avere aumentato l’incentivo deve presentarsi agli sportelli munito del libretto di circolazione in originale e la tessera relativa al mezzo stesso. 
L’art. 3 comma 6 della LR 14/2010 non prevede la concessione del contributo quando l’entità complessiva del beneficio risulta inferiore a 1,00 euro
Sono esclusi dal beneficio, ovvero dalla possibilità di ottenere la tessera per i carburanti, le imprese, i professionisti, i lavoratori autonomi a prescindere dal tipo di attività e dalla forma giuridica dell’impresa; non spetta inoltre alle autovetture con targa estera ed agli iscritti all’A.I.R.E. (Anagrafe Italiana Residenti all’Estero). Si rammenta inoltre che, con l’entrata in vigore della nuova legge, sono esclusi dal beneficio i natanti e le imbarcazioni. 
A seguito di modifiche della L.R. 14/2010, le ONLUS non sono più tra i soggetti beneficiari dei contributi per l'acquisto di carburante.
Dal 1° gennaio 2012 tali tessere risultano bloccate. 


Sanzioni e avvertenze importanti 
SOSTITUZIONE, VENDITA, ROTTAMAZIONE, SMARRIMENTO, FURTO, DISTRUZIONE DELL’IDENTIFICATIVO 
Il venir meno o la variazione della titolarità del mezzo per il quale è stato rilasciato l'identificativo devono essere segnalati alla competente C.C.I.A.A ovvero, dal momento in cui viene meno la titolarità del veicolo. Da quel momento L’IDENTIFICATIVO NON DEVE ESSERE UTILIZZATO, pena l’applicazione delle sanzioni previste dalla L.R. 14/2010 e succ. modifiche. La segnalazione può avvenire attraverso copia della denuncia rilasciata dalle competenti Forze dell'Ordine in caso di furto o, nel caso di smarrimento o distruzione dell’identificativo, con un’autocertificazione in carta semplice. 
CAMBIAMENTO DI RESIDENZA IMPORTANTE: se il beneficiario si trasferisce in un comune appartenente a un’area che consente di percepire un contributo meno vantaggioso rispetto al comune di provenienza, senza effettuare la variazione di residenza sull’identificativo e utilizzi quest’ultimo ottenendo un contributo superiore a quello spettante, si applica la sanzione amministrativa pecuniaria del pagamento di una somma da € 30,00 a € 100,00, forfettariamente comprensiva della restituzione dei contributi percepiti indebitamente o in eccedenza rispetto a quanto spettante. 
SANZIONI E’ soggetto alla sanzione amministrativa pecuniaria del pagamento di una somma da € 30,00 a € 100,00, forfettariamente comprensiva della restituzione dei contributi percepiti indebitamente o in eccedenza rispetto a quanto spettante, colui che: 
1) effettui un rifornimento beneficiando di un contributo superiore a quello spettante in attuazione della L.R. 14/2010; 
2) utilizzi l'identificativo non essendo più intestatario, cointestatario, titolare di diritto di usufrutto o titolare di locazione finanziaria o leasing del mezzo; 
3) utilizzi l’identificativo per rifornire un mezzo diverso rispetto a quello per il quale è stato rilasciato; 
4) utilizzi senza titolo l’identificativo altrui. E’ soggetto alla sanzione amministrativa pecuniaria del pagamento di una somma da € 50,00 a € 200,00 colui che, anche a seguito del venir meno della titolarità del diritto di proprietà, comproprietà, usufrutto o del contratto di locazione finanziaria o leasing del mezzo, ceda ad altri il proprio identificativo 
N.B.: Per gli illeciti amministrativi avvenuti antecedentemente il 1° novembre 2011 si applicano le disposizioni di cui alla ex L.R. 47/96 e succ. mod.

Allegati