Servizi digitali

Spid, Cns, firma digitale

Tessera per i contributi Regionali sui Carburanti - L.R. 14/2010 - RILASCIO ALLO SPORTELLO

Ultimo Aggiornamento 17/06/2020 8.27:04

Per chi è

La "Tessera regionale dei servizi", meglio individuata come "identificativo" dalla L.R.14/2010, consente ai residenti in Regione FVG di ottenere un contributo sugli acquisti di carburante.


AVVERTENZA ALL'UTENZA:

si informa che l'alto numero di telefonate ricevute dagli uffici, fanno sì che non tutte le persone abbiamo potuto parlare con l'operatore addetto allo Sportello Carburanti alla prima chiamata.

ATTENZIONE: 
INVITIAMO GLI UTENTI AD AVERE UN MINIMO DI PAZIENZA CON LE TELEFONATE PERCHE' NON RIUSCIAMO A RISPONDERE A TUTTI.
IN QUESTO MOMENTO, CON GLI OPERATORI DELLO SPORTELLO IN LAVORO FUORI SEDE, E' STATA POSTA IN ESSERE UNA DEVIAZIONE DI CHIAMATA CHE NON DA' EVIDENZA DI TELEFONO OCCUPATO QUANDO L'OPERATORE E' IMPEGNATO IN UN ALTRA  CONVERSAZIONE. 

Si invita, pertanto, ad avere pazienza e riprovare più volte.

Da venerdì 3 aprile 2020 è ripreso il servizio degli Sportelli della  Benzina regionale per il rilascio delle tessere carburanti agevolati della Camera di Commercio Venezia Giulia nelle due sedi di Gorizia e Trieste. Su indicazione della Regione Friuli Venezia Giulia il servizio verrà organizzato solo su appuntamento nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9 alle ore 12. Per gli appuntamenti sarà necessario telefonare a Trieste allo 040 6701 218 – 6701 255 e a Gorizia allo 0481 384 253. Il servizio, come da indicazione della Regione, dovrà essere espletato facendo rispettare il divieto di ogni forma di assembramento, la distanza di sicurezza interpersonale di un metro, adottando idonee misure atte a garantire la sicurezza propria e quella dei cittadini. In tal senso l’Ente Camerale articolerà il servizio distanziando gli appuntamenti con un arco temporale di almeno 20 minuti.


NOTA BENE:  si porta a conoscenza che la Regione Friuli Venezia Giulia ha dato autorizzazione a riaprire su appuntamento, ma solo per i residenti dello stesso comune in cui è ubicato lo sportello, in coerenza con le disposizioni per Emergenza Covid-19.





Dove andare

La richiesta di rilascio può essere compilata e sottoscritta direttamente dall'intestatario/cointestatario di autoveicolo/motoveicolo, residente nel territorio provinciale di:
- Trieste, in Piazza della Borsa n. 14, piano ammezzato - stanza n. 13
- Gorizia, presso gli sportelli dell'Azienda Speciale per la Zona Franca, in via Morelli n. 37 piano rialzato, oppure presso quelli dell'Azienda Speciale per il Porto di Monfalcone, Via delle Terme Romane, Monfalcone.

A chi rivolgersi

Trieste:
Tel. +39 040 6701218 / 255
email: carburanti@ariestrieste.it

Gorizia:
tel +39 0481 384 253
e-mail: ufficiozf@zonafrancagorizia.it

Monfalcone:
tel +39 0481 414 629


In quale orario

SOLO SU APPPUNTAMENTO


Trieste:
dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.00

Gorizia:
dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.30
lunedì e mercoledì anche dalle 14.30 alle 17.00

Monfalcone: 
dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.50
lunedì e mercoledì anche dalle 14.30 alle 16.30

Recapiti

 

Informazioni generali

La richiesta di rilascio deve essere compilata e sottoscritta direttamente dall'intestatario/cointestatario di autoveicolo/motoveicolo:
- per i residenti nel territorio provinciale di Trieste presso gli sportelli della sede di Piazza della Borsa 14;  
- per i residenti nel territorio provinciale di 
Gorizia, presso gli sportelli dell'Azienda Speciale per la Zona Franca oppure presso quelli dell'Azienda Speciale per il Porto di Monfalcone.

 

 

ATTENZIONE! Si ricorda che:

- al possessore dell'identificativo spetta l'onere di informare la Camera di Commercio di ogni eventuale variazione di residenza o di sostituzione del mezzo, pena l'applicazione delle sanzioni previste dalla norma

- la tessera-identificativo viene disabilitata se NON si effettuano rifornimenti a prezzo ridotto per DUE ANNI consecutivi.


Per riabilitare una tessera disabilitata, occorre recarsi, con un documento d'identità e carta di circolazione del mezzo, agli uffici preposti sopra indicati

Documenti richiesti

Come previsto dalla L.R. 14/2010, al momento della presentazione della richiesta devono essere esibiti in originale i seguenti documenti:

 

  • documento di identità del richiedente in corso di validità
  • carta di circolazione del veicolo o ricevuta sostitutiva di documento di circolazione, nel caso di passaggio di proprietà, assieme a copia della prima pagina della carta di circolazione per i dati tecnici del veicolo
  • certificato di assicurazione o carta verde o contatto di assicurazione del veicolo.

 

Contestualmente alla consegna della domanda di rilascio dovrà essere pagato il diritto di segreteria che ammonta ad € 15,00.

 

In caso di variazione del mezzo e/o della residenza sull'identificativo già rilasciato, ovvero, in caso di sostituzione dell'identificativo per deterioramento, smarrimento o furto, vanno esibiti in originale:

 

  • documento di identità del richiedente in corso di validità
  • carta di circolazione del veicolo o ricevuta sostitutiva di documento di circolazione, nel caso di passaggio di proprietà, assieme a copia della prima pagina della carta di circolazione per i dati tecnici del veicolo
  • certificato di assicurazione o carta verde o contatto di assicurazione del veicolo.

 

Contestualmente deve essere consegnato l'identificativo, se disponibile, sottoscritta la domanda di variazione.

 

Nel caso il richiedente non possa presentarsi di persona agli sportelli, può compilare e firmare i moduli di domanda, scaricabili dai link qua sotto, con tutti i propri dati anagrafici, i dati del veicolo e la delega nei confronti della persona terza che si recherà allo sportello. In questo caso va allegata copia del doc. d'identità del richiedente ed esibiti in originale i documenti relativi al veicolo per cui si richiede il beneficio regionale. Il delegato dovrà esibire un proprio documento di identità.

Costi

il diritto di segreteria che ammonta ad € 10 per la sostituzione del mezzo, € 5 per la variazione della residenza (tra comuni con diversa area di contribuzione) ed € 15 per la sostituzione dell'identificativo.

Responsabile del procedimento

Trieste: Auletta Francesco - Gorizia: Pierluigi Medeot

Struttura competente

Aries scarl e Az. Spec. Zona Franca

Per sapere di più

al 1 novembre 2011 è entrata in vigore la L.R. 14/2010 che prevede nuove modalità di riduzione di prezzo per l’acquisto di carburante per i privati cittadini. Non si parla più di sconto regionale ma bensì di contributo regionale fisso deliberato dalla Regione che potrà essere variato con successivo provvedimento. Il contributo è aumentato di un incentivo di 5 centesimi al litro qualora l'autoveicolo interessato dal rifornimento sia dotato di almeno un motore a emissione zero (elettrico) in abbinamento a quello a propulsione a benzina o gasolio. Se la tessera è stata emessa per il predetto mezzo antecedentemente la data del 1 novembre u.s., l’intestatario interessato ad avere aumentato l’incentivo deve presentarsi agli sportelli munito del libretto di circolazione in originale e la tessera relativa al mezzo stesso.
L’art. 3 comma 6 della LR 14/2010 non prevede la concessione del contributo quando l’entità complessiva del beneficio risulta inferiore a 1,00 euro
Sono esclusi dal beneficio, ovvero dalla possibilità di ottenere la tessera per i carburanti, le imprese, i professionisti, i lavoratori autonomi a prescindere dal tipo di attività e dalla forma giuridica dell’impresa; non spetta inoltre alle autovetture con targa estera ed agli iscritti all’A.I.R.E. (Anagrafe Italiana Residenti all’Estero). Si rammenta inoltre che, con l’entrata in vigore della nuova legge, sono esclusi dal beneficio i natanti e le imbarcazioni.
A seguito di modifiche della L.R. 14/2010, le ONLUS non sono più tra i soggetti beneficiari dei contributi per l'acquisto di carburante.
Dal 1° gennaio 2012 tali tessere risultano bloccate.


Sanzioni e avvertenze importanti
SOSTITUZIONE, VENDITA, ROTTAMAZIONE, SMARRIMENTO, FURTO, DISTRUZIONE DELL’IDENTIFICATIVO
Il venir meno o la variazione della titolarità del mezzo per il quale è stato rilasciato l'identificativo devono essere segnalati alla competente C.C.I.A.A ovvero, dal momento in cui viene meno la titolarità del veicolo. Da quel momento L’IDENTIFICATIVO NON DEVE ESSERE UTILIZZATO, pena l’applicazione delle sanzioni previste dalla L.R. 14/2010 e succ. modifiche. La segnalazione può avvenire attraverso copia della denuncia rilasciata dalle competenti Forze dell'Ordine in caso di furto o, nel caso di smarrimento o distruzione dell’identificativo, con un’autocertificazione in carta semplice.
CAMBIAMENTO DI RESIDENZA IMPORTANTE: se il beneficiario si trasferisce in un comune appartenente a un’area che consente di percepire un contributo meno vantaggioso rispetto al comune di provenienza, senza effettuare la variazione di residenza sull’identificativo e utilizzi quest’ultimo ottenendo un contributo superiore a quello spettante, si applica la sanzione amministrativa pecuniaria del pagamento di una somma da € 30,00 a € 100,00, forfettariamente comprensiva della restituzione dei contributi percepiti indebitamente o in eccedenza rispetto a quanto spettante.
SANZIONI E’ soggetto alla sanzione amministrativa pecuniaria del pagamento di una somma da € 30,00 a € 100,00, forfettariamente comprensiva della restituzione dei contributi percepiti indebitamente o in eccedenza rispetto a quanto spettante, colui che:
1) effettui un rifornimento beneficiando di un contributo superiore a quello spettante in attuazione della L.R. 14/2010;
2) utilizzi l'identificativo non essendo più intestatario, cointestatario, titolare di diritto di usufrutto o titolare di locazione finanziaria o leasing del mezzo;
3) utilizzi l’identificativo per rifornire un mezzo diverso rispetto a quello per il quale è stato rilasciato;
4) utilizzi senza titolo l’identificativo altrui. E’ soggetto alla sanzione amministrativa pecuniaria del pagamento di una somma da € 50,00 a € 200,00 colui che, anche a seguito del venir meno della titolarità del diritto di proprietà, comproprietà, usufrutto o del contratto di locazione finanziaria o leasing del mezzo, ceda ad altri il proprio identificativo
N.B.: Per gli illeciti amministrativi avvenuti antecedentemente il 1° novembre 2011 si applicano le disposizioni di cui alla ex L.R. 47/96 e succ. mod.

Allegati